Violino

Il violino è uno strumento musicale della famiglia degli archi, dotato di quattro corde.

Si tratta dello strumento più piccolo e dalla tessitura più acuta tra i membri della sua famiglia a cui appartengono anche la viola, il violoncello e il contrabbasso.

Fissato nella sua forma attuale alla fine del Cinquecento, è costituito da un corpo di legno d’acero e d’abete stagionato e verniciato a olio, con vari elementi essenziali (piano armonico, fondo armonico, fasce di unione tra i due piani, ponticello, catena e anima, manico, tastiera, etc…), su cui sono tese le quattro corde che vengono messe in vibrazione con l’arco e talvolta pizzicate con le dita; il manico si tiene con la mano sinistra, appoggiando la cassa tra la spalla sinistra e il mento.

Il violino appare in Italia nella prima metà del XVI secolo probabilmente prima del 1530. Prima nasce come violino barocco, poi si trasforma in violino moderno a partire dalla fine del 1700 per le richieste dei musicisti desiderosi di avere uno strumento più potente e più comodo da suonare. 

Sono proprio gli italiani a portare il violino all’apice del suo sviluppo con Andrea Amati  e Antonio Stradivari.

Il violino è oggi lo strumento virtuosistico per eccellenza, utilizzato in ogni genere musicale poiché estremamente versatile; nato nel mondo della musica classica, nel quale possiede un repertorio vastissimo, ha toccato nel corso del tempo tutti gli altri ambiti musicali (dal Jazz al Pop, dal Rock alla musica popolare, dalle colonne sonore al Musical) mantenendo intatte le sue caratteristiche principali ed arricchendo di nuove sonorità tutti i generi musicali in cui viene impiegato.

Violino