Presentazione

Data

dal 21 Febbraio 2022 al 26 Maggio 2022

Descrizione del esperienza_didattica

L’esperienza è iniziata con un brainstorming per verificare le conoscenze degli alunni riguardo il fenomeno mafioso. Poi l’esperienza è proseguita con due percorsi paralleli: la lettura in classe del libro “Per questo mi chiamo Giovanni” con riflessioni e spiegazioni contestuali e attività di ricerca a coppie sul web in laboratorio di informatica e/o a casa. A conclusione dell’esperienza gli alunni hanno prodotto un Ppt di sintesi dell’esperienza e hanno risposto ad un questionario per verificare la comprensione del libro.

Obiettivi
  • Conoscere i concetti di legalità e giustizia.
  • Conoscere i fatti avvenuti nella storia recente.
  • Conoscere la struttura dell’ordinamento dello stato italiano con particolare riferimento ai poteri legislativo, esecutivo e giudiziario.
  • Ascoltare e comprendere il testo “Per questo mi chiamo Giovanni” di Luigi Garlando.
  • Ascoltare e comprendere testi musicali con riferimenti a fatti di mafia e persone coinvolte (“I cento passi” e “Pensa”).
  • Ricercare informazioni e documenti sul web
  • Utilizzare programmi di presentazione di office o Google realizzando un Power point sulla mafia come prodotto finale.

 

 

Partecipanti

Tutti gli alunni della classe 5D

In collaborazione con

L’associazione “Addiopizzo” di Palermo - Collegamento on line

Risultati

Gli alunni hanno risposto all’esperienza con vivace interesse e partecipazione attiva apportando il loro contributo personale. Grazie a questo percorso gli alunni hanno acquisito maggiore consapevolezza in ordine alla gravità dei fatti avvenuti, al coraggio che alcune persone hanno avuto e hanno ancora nell’affrontare la mafia e la prevaricazione che esercita con l’intimidazione.